FESTA!

 

Festa!.....lo squillo della  tromba

seguito dalla banda

al posto della sveglia.

 

Festa!.....bambini sulla giostra,

gettoni alla cassa.

Il Marco al punchingball

Gente!.....  intorno al  cantastorie*

che commuovendo vende

cofanetti  carillon !

 

La spusa la mangia i triful

e al prevost al pn grat

dagla Ninta dagla Ninta!

E la spusa la mangia i triful

e al prevost al pan grat

dagla Ninta al prevost l' innamur

 

ma al prevst ad Zerbul , i om in cesa ja vr no

parch i pisn contra al mr e i fan crud al pitr

 

festa!.....in fila sul sagrato

guidati dal curato

a ritmo sincopato

ritmo!.....dettato da una orchestra

che suona il liscio in piazza

per la

solennit.

Il bacio....  sull’alluce usurato del santo venerato

ma che bene che ci fa.

 

Ciapa la roca e al fs e mandli in California, ( 3 volte )

e mandli in California in California a stup i bs!

 

Ma al prevost……

 

“ho sentito un signore l in fondo che ha detto : andiamo via , quelli sono zingari!

Domando scusa e perdono , ecco la mia foto con Luciano Taioli e in omaggio un cofanetto con la Madonna di Lourdes in imiloro galvanoplastico! “ **

 

Festa!..... chi ha vinto le elezioni

innalza i gonfaloni

agli altri girano i maroni

presto!..... sbiadisce il manifesto

e di quanto si promesso

che cosa ne sar?

Appeso..... accanto al candidato

c’ un culo levigato

quanti voti avrebbe gi

 

uselino bel uselino

cicc ciacc frega e risenta

l’ sempar sta cansn

da fora sum ridenta

ma dentar g’ho al magn

 

si tal l cal vegna si l’ propi l ( 3 volte )

chi l’ mai c’am tegna

da anda’l a  bras s

 

Ma ‘l prevost ad  Zerbul

i donn in cesa ja vr si

parch i van in sacrestia

quand gha scapa la pip

 

festa!.....ogni festa si assomiglia

la gente si imbottiglia

la vita si assottiglia

suona!.....l’orchestra anni sessanta

la voce un po’ pi stanca

e c’ chi non canta pi

festa!..... al bando la tristezza,

il sapere scende in piazza  col bonarda d’oltrep!.

 

* Adriano Callegari , noto cantastorie dal dopoguerra a fine anni 60. Si  esibiva con il suo gruppo costituito da Angelo Cavallini, sua moglie Vincenzina Mellini e Antonio Ferrari nelle piazze d’Italia. Maestro del”  treppo”:  vendita con imbonimento di un oggetto.

** testo originale tratto da uno spettacolo di Adriano Callegari a Pavia in Viale Matteotti.