EUSTACHI PASINO (S. Negroni) EUSTACHI PASINO (S. Negroni)
Mi presento : Eustachi Pasino Mi presento : Eustachi Pasino
propi m, al Re dal Ticino proprio io, il Re del Ticino
sempr' in gir cul barc fin da fi sempre in giro col barc sin da bambino
mama lavandera e padr barchir. mamma lavandaia, pap barchirolo.
Nuove chiese, darsene e ponti

Nuove chiese, darsene e ponti

ma a Pavia, cumandava il Visconti ma a Pavia, comandava il Visconti
gim alura par f quadr i mes gi allora per fare quadrare i mesi
s' sgubva suta i Milaneš. si lavorava sotto i Milanesi.
I m' hn ft f al 'navar' Mi hanno fatto 'navarolo'
al marinr d'acqua dulša d'inc (che ) il marinaio d’acqua dolce d’oggi
e spar cun bumbrd e cann e sparare con bombarda e cannoni
Canal sempar ps marn. Ticino sempre di pi rosso mattone.
Cun la gura dum dispias

Con la guerra solo dispiaceri

nc al Duca 'g-n avva un p a s anche il Duca ne aveva abbastanza
e l' ins ch'l ma ciama un bel d ed cos mi chiama un bel giorno
“comanderai tu la mia flotta”  e l' part. “comanderai tu la mia flotta” ed partito.
Propi m che la gura ... nnca cui ps !!

Proprio io che la guerra … neanche con i pesci !!

m piašiva guardi set int' la riva 'me adss    mi piaceva guardarli seduto sulla riva come adesso 
ch'a sum veg, siur e senša triblašin  che sono vecchio, ricco e senza preoccupazioni
ma int'i urg senti ummo i bumbrd e i cann. ma nelle orecchie sento ancora bombarde e cannoni.
Propi mi che la gura ... nnca parln

Proprio io che la guerra ... neanche a parlarne !!

mi che al mašim andvi a tan o par rn io che al massimo andavo a tanare o per rane
'dss g'ho tt ma g'la f p a guard  adesso ho tutto ma non riesco pi a guardare
l'acqua sensa vd no dentr' i m suld.  l’acqua senza vedere dentro i miei soldati.
Venezia, la nostra nemica

Venezia, la nostra nemica

s'i gnivn gi l'era no pr' una gita  quando arrivavano non era per una gita
pr f no propi la fn dal rtt per non fare proprio la fine del topo
un qui coss bisugnva invents. qualcosa bisognava inventarsi.
Ho ft a mnt al m barc

Ho pensato alla mia barca

il fondo piatto cun taij 'l dadr  il fondo piatto e la poppa tagliata
ho vurs i m nav fat ins ho voluto che cos fossero le mie navi
'iuma rngi s e dopu sum part. le abbiamo modellate e siamo partiti.
E gi bt ai Venešin !!

E gi botte ai Veneziani !!

nc al Duca l' gn a batam i mn anche il Duca venne a battermi le mani
ma dimm t p  m' as f a vs cuntent ma dimmi tu poi come si fa ad essere contenti
se i caduti jn dumila e trasent. se i caduti sono duemila e trecento.
Propi m che la gura ... nnca cui ps !!

Proprio io che la guerra … neanche con i pesci !!

m piašiva guardi set int' la riva 'me adss    mi piaceva guardarli seduto sulla riva come adesso 
ch'a sum veg, siur e senša triblašin  che sono vecchio, ricco e senza preoccupazioni
ma int'i urg senti ummo i bumbrd e i cann. ma nelle orecchie sento ancora bombarde e cannoni.
Propi mi che la gura ... nnca parln

Proprio io che la guerra ... neanche a parlarne !!

mi che al mašim andvi a tan o par rn io che al massimo andavo a tanare o per rane
'dss g'ho tt ma g'la f p a guard  adesso ho tutto ma non riesco pi a guardare
l'acqua sensa vd no dentr' i m suld  l’acqua senza vedere dentro i miei soldati .

Se passate in Via Eustachi Pasino

Se passate in Via degli Eustachi (Pasino)

ricurdv dal Re dal Ticino ricordatevi del re del Ticino
il potere, la gloria, i dan il potere, la fama ed i soldi
pr la storia dal m barc. per la storia del mio barc.