Home page

 

 Il gruppo musicale "i fiö dla nebia" si è formato nel 1991 e nasce dalle esperienze di molte formazioni pavesi che nei vari anni precedenti si sono

 affiancate ai fondatori del gruppo iniziale: Marco Gobbi e Silvio Negroni. La storia musicale di alcuni di noi nasce infatti negli ormai lontani anni 60.........

 

                                                                                                                       prima .........

                                                                           

                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                    

            .   

       Compongono l’attuale formazione:

  SILVIO NEGRONI  chitarra e voce solista; autore  di tutti i brani

  CARLO RIBONI - fisarmonica e tastiere

  STEFANO MANTEGAZZA  - batteria e percussioni

  GIORGIO MAESTRI  - contrabbasso

 

 Caratteristica de "I FIÖ DLA NEBIA", che eseguono brani completamente originali ed inediti, è l’utilizzo del dialetto per raccontare storie e

 situazioni di pavesità, che sono poi le realtà della vita di provincia, senza che tutto questo comunque abbia un significato riduttivo ...anzi !

 I testi sono sostenuti da musiche che risentono delle varie esperienze musicali  dei componenti , soprattutto dell'autore , nella costante ricerca di nuovi

 curiosi abbinamenti.

 Abbiamo coniato , per definire il nostro genere , il termine " Mesesia " : nessun vincolo di stile , genere o moda . Unico obiettivo  quello di adattare

 al testo la musica che riteniamo più confacente.

 Sempre più frequenti sono  i riferimenti a temi e personaggi storici ; un nostro piccolo contributo culturale !    

   

                                                 

                                                                                                                                                                              

                                                                                                                        ....  i poeti  Angelo Secchi  e " Lucciola "

                                                                                                       

 

                               Premio letterario " Cesare Angelini " , assegnato nell'aula Ugo Foscolo dell'  Università di Pavia , il giorno  29/11/2006 , ai " Fiö dla Nebia"

 

                                                                                                                                                  

 

ù                                                                                        BENEMERENZA di SAN SIRO

                                                                                      9 Dicembre 2008  Aula Magna Collegio Ghislieri - Pavia

                                                                                              

 

 

 

 

                                        Ciao Giuseppe !                                                                                                

                                         

      

   una frase detta un giorno , buttata li per caso  - può lasciare un segno nel cuore di qualcuno - che ti passò accanto quel giorno ormai lontano  -

      può a volte far ritorno lungo il suo cammino - dar fiato alla tua voce , anima al tuo volto - poi di nuovo immergersi e confondersi nel tempo -

      ma tu sarai presente , almeno in quel momento

                                                                                                                                        Silvio Negroni

              

[Componente di FrontPage Salva risultati]

                        

 

                         

 

 

 Silvio Negroni - Esordio negli anni sessanta come chitarrista in gruppi beat ( i Borghesi – I Problemi ) che si esibivano

 

 nelle sale da ballo della provincia .

 Nel 1971 incide per la casa discografica  Jolly,come cantautore e sotto lo pseudonimo di Silvio Pavese, un intero Lp ( 12 brani inediti ).

 La produzione è di  Mario Rapallo , che sarà in seguito produttore di Vasco Rossi .

 Lo stesso Lp viene riprodotto in versione solo orchestrale con i migliori strumentisti di  quel periodo,  fra i quali Basso , Valdambrini,

 Cenci, Farina , Depiscopo e un intera orchestra di archi e ottoni.

 Un brano di questo Lp , dal titolo “ Una vita cos’è, non so “ viene inciso da uno dei più noti cantanti argentini dell’ epoca , Dyango,

 in versione tipicamente sudamericana. Un altro brano, “ Ma dove vai, cosa fai “, di cui fu stampato anche il “ 45 giri”,  viene promosso

 tramite la popolare trasmissione “ Carosello” , per la pubblicità del Crodino.

 Nello stesso anno, viene segnalato fra le nuove proposte e invitato come ospite,  insieme a Roberto Soffici ed a un ancora sconosciuto 

 Claudio Baglioni , alla manifestazione “ Premio nazionale del Paroliere “ , che si svolgeva a Reggio Emilia e che fu vinta

 in quell’anno da Mogol e Battisti

 Scrive in seguito canzoni per Wess, Iva Zanicchi, Claudio Lippi , Loretta Goggi, che vincerà con la canzone “ Dolce e triste “

 il festival  World Popular Song  a Tokio, ed altri, fra i quali anche Pupo.

 Il primo incontro con il dialetto grazie alla collaborazione con Marco Gobbi che  inventa “ L’ultim dì ad fera “, alla quale fa seguito

 “ Navili Paves “ scritta da Negroni ; brani realizzati quasi su commissione del regista Carlo Cotti, per uno spettacolo su Pavia

 al Teatro Fraschini nel ottobre 1978

 Nello stesso anno  i due brani vengono incisi su un “45 giri “ prodotto dalla casa discografica Ariston..

 Prodotto dalla stessa casa e con la collaborazione di Gobbi e Gianni Cella ( oggi affermato scultore )  nasce  in seguito il complesso

 “ I Mismo” , che incide, con il titolo di “ Superbeat “, la prima compilation in assoluto di brani degli anni 60, riarrangiati.

 “ Superbeat “ viene presentato a “ Disco Ring” popolare trasmissione televisiva condotta da Gianni Bonompagni.

 Nel 1979 inizia la collaborazione con Drupi che incide due sue canzoni : “La più bella” e soprattutto  “Una come te” che ottiene un buon

 successo in Germania e in Francia e viene presentata in Italia in uno special televisivo di Drupi e Mia Martini.

 Nell’83 viene ufficializzato il gruppo dialettale “ L’ultima fera “ con la produzione della prima musicassetta “ L’ultim dì ad fera “ ,

 alla cui realizzazione partecipano numerosi musicisti pavesi. Il nucleo del gruppo è però costituito da Silvio Negroni, Marco Gobbi,

 Cani Faliero, Gianni Cella e Uccio Tesio.

 Nel 83 Drupi presenta a “ Domenica in “, tratta dal suo ultimo Lp, la canzone“ Che sarà” di Negroni.

 Nel 1984 la prima partecipazione a Sanremo come autore di “ Notte di luna “ cantata da un giovane esordiente,Valentino,

 che ottiene il passaggio alla serata finale e per il quale scrive , con Daiano,  anche “ Strappacuore” ,presentata al Festival internazionale

 di Vigna Del Mar.

 L’anno successivo Drupi porta a Sanremo “ Fammi volare “.

 Continua la collaborazione con il cantante pavese, scrive 5 canzoni per il Cd “ Amica mia “ fra le quali “ E se Fosse “ che diventa sigla

 di una finction televisiva e ben altri 9 brani per il Cd “ Storie d’amore” fra i quali “ Avrei bisogno di te “ , presentato da Drupi

 al 1° Festival di musica leggera italiana, condotto da Mike Buongiorno . Anche questo brano diventa sigla di un’altra fortunata

 finction televisiva.

Maurizio Costanzo invita poi Drupi al suo famoso show televisivo, per la presentazione del video , realizzato da Oliviero Toscani,

 di un’altra canzone di Negroni , “ Maiale”, che ben si confaceva a quel  periodo di “ Tangentopoli” .

 Successivamente , collabora con  Mario Galante  , produttore di di Eros Ramazzotti, e  due suoi brani vengono incisi

 dal Gruppo “ Exodus” per la EMI : “ Così noi, come il mondo” e “ Per Istinto “.

 Nel medesimo periodo partecipa agli spettacoli teatrali di Marina De Juli , della compagnia di Dario Fo e Franca Rame ,

 in qualità di cantante chitarrista e autore delle musiche , insieme a Marco Gobbi e Chiara Bonfatti . Con Dario Fo Scrive la canzone " La

 Verzine e o' Piccirillo "

 Intanto , nel 91 , erano finalmente sorti  “ I fiö dla nebia “, noto gruppo pavese che esegue canzoni originali in dialetto.

 Al Gruppo base, costituito da Silvio Negroni, Faliero Cani, Carlo Gatti e Gianfranco Cignoli, aderiscono in successione il batterista

 Lele Rossi , il  pluristrumentista Max Bernuzzi ed il bassista Andrea Bacchio . Fino al 2012 realizzano 5 musicassette e 6  Cd ,  presentati  con

 cadenza biennale o quasi , al Teatro Fraschini di Pavia.

iIl sesto CD dal titolo “ Musicisti teatranti  " è stato pubblicato nel Dicembre 2012.

 Accanto a Negroni, autore delle musiche e dei  testi, compaiono :

 Marco Gobbi ( l’ultim dì ad fera , Varadero ), Paolo Zanocco ( Varadero , Paradis ) i poeti Angelo Secchi ( Al Giurament, La Cacciata ,

 La Creazione, Un Previ in Paradis ) Angelo Gambini ( Nadal a Pavia, Scarnebia , La supa ala pavesa) ed il famoso Lasarat 

 nella canzone “Lì par lì me gnì ’l magon “, scritta in occasione della manifestazione in suo ricordo, svoltasi nel settembre 2003 a Broni.

Nel 2013  il gruppo inizia un nuovo percorso musicale  con l'ingresso di Carlo Riboni , Stefano Mantegazza e Giorgio Maestri che si affiancano a

 Silvio Negroni, Gianfranco Cignoli e Carlo Gatti

Nel 2014 la formazione si rinnova completamente , tranne la costane presenza di Silvio Negroni . Ne entrano a far parte il tastierista Carlo Riboni

, il contrabbassista Giorgio Maestri e il batterista Stefano Mantegazza . Dal 2016 collaborano  con il gruppo Alberto Schinelli ( sax tenore e

 arrangiamenti fiati ) Max Paganin ( tromba ) e Vittorio Perotti ( sax contralto e voce ) , oltre al gruppo vocale Daltrocanto diretti da Fabio Gauzzi

Nel 2018 viene realizzato il settimo Cd dal titolo "TAŠ "

Nel giugno dello stesso anno partecipano al concerto "  A voice for the world " nel cortile teresiano dell'università di Pavia con il baritono

 Ambrogio Maestri, Fiordaliso e l'orchestra d'archi di Walter Casali.

 

 Carlo Gatti e Franco Cignoli esordirono nel gruppo Le Pesche Sciroppate (il nome del gruppo viene citato nel testo di una

 delle quattro canzoni  del loro 1° C.D.) che, all'epoca, condivideva lo "scettro" di miglior gruppo rock con I Numi

 provocando vere e proprie dispute tra il pubblico dei giovani che affollavano le sale da ballo della provincia. Nel 1990

 costituiscono con S.Negroni e F.Cani il gruppo :  I fiö dla nebia

  hanno  fatto parte del gruppo fino al 2013 : 

 

Faliero Cani  militava, insieme a Silvio Negroni  nelle file del gruppo I Borghesi, uno dei primi complessi dell'Era Beat

 pavese. Ha contribuito alla costituzione del gruppo " L'ultima fera " e quindi dei " Fiö dla nebia "

 

 Gabriele Rossi,  insieme al fratello Andrea (anche lui presente nel CD come chitarra solista in un brano), faceva parte dei

 Tutti Contro; il complesso battè, con una storica performance al Thunder Road di Codevilla, il record della durata in ore

 dello stesso brano suonato più a lungo, guadagnandosi così di diritto una presenza nel Guinness dei Primat.

Costituì negli anni 90 il  gruppo strumentale denominato "Armonite " .

Dal 2008 si occupa delle registrazioni del gruppo in sala .

 

 Max Bernuzzi , diplomato in violino, polistrumentista talentoso, ha affrontato molteplici esperienze  sia in ambito classico,

 dove continua ad operare ( orchestra di Novara , orchestra di Magenta ) , che in ambito Rock e pop ( Fabrizio Poggi ecc....)

 Dopo il suo ingresso nei Fiö , avvenuto nel 2003, si occupa sempre più in prima persona degli arrangiamenti.

 

Andrea Bacchio , proviene da diverse esperienze musicali fra cui il gruppo strumentale " Armonite " , dove collaborava con

Lele Rossi.

 Ha partecipato attivamente in qualità di bassista alla realizzazione di " FESTA " e allo spettacolo al Teatro Fraschini di Pavia

 del 29 novembre 2008 , prima ancora di entrare stabilmente nel gruppo a dicembre dello stesso anno 

 

Carlo  Riboni  nel gruppo dal 2014 . Professionista , diverse esperienze in molti settori , tuttora insegnante a Milano e al CDM di Pavia

 

Stefano Mantegazza , dal 2014 . Professionista . Tuttora insegnante in diverse scuole della provincia pavese compreso il CDM di Pavia

 

Giorgio Maestri , dal 2014 , diplomato in contrabbasso . Diverse esperienze con altri gruppi musicali