Home page

 

 Il gruppo musicale "i fiö dla nebia" si è formato nel 1991 e nasce dalle esperienze di molte formazioni pavesi che nei vari anni precedenti si sono

 affiancate ai fondatori del gruppo iniziale: Marco Gobbi e Silvio Negroni. La storia musicale di alcuni di noi nasce infatti negli ormai lontani anni 60.........

 

                                                                                                                       prima .........

                                                                           

                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                    

            .   

       Compongono l’attuale formazione:

  SILVIO NEGRONI  chitarra e voce solista; autore  di tutti i brani

  CARLO RIBONI - fisarmonica e tastiere

  STEFANO MANTEGAZZA  - batteria e percussioni

  GIORGIO MAESTRI  - contrabbasso

 

 Caratteristica de "I FIÖ DLA NEBIA", che eseguono brani completamente originali ed inediti, è l’utilizzo del dialetto per raccontare storie e

 situazioni di pavesità, che sono poi le realtà della vita di provincia, senza che tutto questo comunque abbia un significato riduttivo ...anzi !

 I testi sono sostenuti da musiche che risentono delle varie esperienze musicali  dei componenti , soprattutto dell'autore , nella costante ricerca di nuovi

 curiosi abbinamenti.

 Abbiamo coniato , per definire il nostro genere , il termine " Mesesia " : nessun vincolo di stile , genere o moda . Unico obiettivo  quello di adattare

 al testo la musica che riteniamo più confacente.

 Sempre più frequenti sono  i riferimenti a temi e personaggi storici ; un nostro piccolo contributo culturale !    

   

                                                 

                                                                                                                                                                              

                                                                                                                        ....  i poeti  Angelo Secchi  e " Lucciola "

                                                                                                       

 

                               Premio letterario " Cesare Angelini " , assegnato nell'aula Ugo Foscolo dell'  Università di Pavia , il giorno  29/11/2006 , ai " Fiö dla Nebia"

 

                                                                                                                                                  

 

ù                                                                                        BENEMERENZA di SAN SIRO

                                                                                      9 Dicembre 2008  Aula Magna Collegio Ghislieri - Pavia

                                                                                              

 

 

 

 

                                        Ciao Giuseppe !                                                                                                

                                         

      

   una frase detta un giorno , buttata li per caso  - può tracciare un segno indelebile di chi,- ti passò accanto quel giorno ormai lontano  -

      può a volte far ritorno lungo il tuo cammino - dar fiato alla sua voce , anima al suo volto - per poi di nuovo immergersi e confondersi nel tempo -

      ma lui sarà presente , almeno in quel momento

                                                                                                                                        Silvio Negroni

              

[Componente di FrontPage Salva risultati]

                        

 

                         

 

 

 Silvio Negroni - Esordio negli anni sessanta come chitarrista in gruppi beat ( i Borghesi – I Problemi ) che si esibivano

 

 nelle sale da ballo della provincia .

 Nel 1971 incide per la casa discografica  Jolly,come cantautore e sotto lo pseudonimo di Silvio Pavese, un intero Lp ( 12 brani inediti ).

 La produzione è di  Mario Rapallo , che sarà in seguito produttore di Vasco Rossi .

 Lo stesso Lp viene riprodotto in versione solo orchestrale con i migliori strumentisti di  quel periodo,  fra i quali Basso , Valdambrini,

 Cenci, Farina , Depiscopo e un intera orchestra di archi e ottoni.

 Un brano di questo Lp , dal titolo “ Una vita cos’è, non so “ viene inciso da uno dei più noti cantanti argentini dell’ epoca , Dyango,

 in versione tipicamente sudamericana. Un altro brano, “ Ma dove vai, cosa fai “, di cui fu stampato anche il “ 45 giri”,  viene promosso

 tramite la popolare trasmissione “ Carosello” , per la pubblicità del Crodino.

 Nello stesso anno, viene segnalato fra le nuove proposte e invitato come ospite,  insieme a Roberto Soffici ed a un ancora sconosciuto 

 Claudio Baglioni , alla manifestazione “ Premio nazionale del Paroliere “ , che si svolgeva a Reggio Emilia e che fu vinta

 in quell’anno da Mogol e Battisti

 Scrive in seguito canzoni per Wess, Iva Zanicchi, Claudio Lippi , Loretta Goggi, che vincerà con la canzone “ Dolce e triste “

 il festival  World Popular Song  a Tokio, ed altri, fra i quali anche Pupo.

 Il primo incontro con il dialetto grazie alla collaborazione con Marco Gobbi che  inventa “ L’ultim dì ad fera “, alla quale fa seguito

 “ Navili Paves “ scritta da Negroni ; brani realizzati quasi su commissione del regista Carlo Cotti, per uno spettacolo su Pavia

 al Teatro Fraschini nel ottobre 1978

 Nello stesso anno  i due brani vengono incisi su un “45 giri “ prodotto dalla casa discografica Ariston..

 Prodotto dalla stessa casa e con la collaborazione di Gobbi e Gianni Cella ( oggi affermato scultore )  nasce  in seguito il complesso

 “ I Mismo” , che incide, con il titolo di “ Superbeat “, la prima compilation in assoluto di brani degli anni 60, riarrangiati.

 “ Superbeat “ viene presentato a “ Disco Ring” popolare trasmissione televisiva condotta da Gianni Bonompagni.

 Nel 1979 inizia la collaborazione con Drupi che incide due sue canzoni : “La più bella” e soprattutto  “Una come te” che ottiene un buon

 successo in Germania e in Francia e viene presentata in Italia in uno special televisivo di Drupi e Mia Martini.

 Nell’83 viene ufficializzato il gruppo dialettale “ L’ultima fera “ con la produzione della prima musicassetta “ L’ultim dì ad fera “ ,

 alla cui realizzazione partecipano numerosi musicisti pavesi. Il nucleo del gruppo è però costituito da Silvio Negroni, Marco Gobbi,

 Cani Faliero, Gianni Cella e Uccio Tesio.

 Nel 83 Drupi presenta a “ Domenica in “, tratta dal suo ultimo Lp, la canzone“ Che sarà” di Negroni.

 Nel 1984 la prima partecipazione a Sanremo come autore di “ Notte di luna “ cantata da un giovane esordiente,Valentino,

 che ottiene il passaggio alla serata finale e per il quale scrive , con Daiano,  anche “ Strappacuore” ,presentata al Festival internazionale

 di Vigna Del Mar.

 L’anno successivo Drupi porta a Sanremo “ Fammi volare “.

 Continua la collaborazione con il cantante pavese, scrive 5 canzoni per il Cd “ Amica mia “ fra le quali “ E se Fosse “ che diventa sigla

 di una finction televisiva e ben altri 9 brani per il Cd “ Storie d’amore” fra i quali “ Avrei bisogno di te “ , presentato da Drupi

 al 1° Festival di musica leggera italiana, condotto da Mike Buongiorno . Anche questo brano diventa sigla di un’altra fortunata

 finction televisiva.

Maurizio Costanzo invita poi Drupi al suo famoso show televisivo, per la presentazione del video , realizzato da Oliviero Toscani,

 di un’altra canzone di Negroni , “ Maiale”, che ben si confaceva a quel  periodo di “ Tangentopoli” .

 Successivamente , collabora con  Mario Galante  , produttore di di Eros Ramazzotti, e  due suoi brani vengono incisi

 dal Gruppo “ Exodus” per la EMI : “ Così noi, come il mondo” e “ Per Istinto “.

 Nel medesimo periodo partecipa agli spettacoli teatrali di Marina De Juli , della compagnia di Dario Fo e Franca Rame ,

 in qualità di cantante chitarrista e autore delle musiche , insieme a Marco Gobbi e Chiara Bonfatti . Con Dario Fo Scrive la canzone " La

 Verzine e o' Piccirillo "

 Intanto , nel 91 , erano finalmente sorti  “ I fiö dla nebia “, noto gruppo pavese che esegue canzoni originali in dialetto.

 Al Gruppo base, costituito da Silvio Negroni, Faliero Cani, Carlo Gatti e Gianfranco Cignoli, aderiscono in successione il batterista

 Lele Rossi , il  pluristrumentista Max Bernuzzi ed il bassista Andrea Bacchio . Fino al 2012 realizzano 5 musicassette e 6  Cd ,  presentati  con

 cadenza biennale o quasi , al Teatro Fraschini di Pavia.

iIl sesto CD dal titolo “ Musicisti teatranti  " è stato pubblicato nel Dicembre 2012.

 Accanto a Negroni, autore delle musiche e dei  testi, compaiono :

 Marco Gobbi ( l’ultim dì ad fera , Varadero ), Paolo Zanocco ( Varadero , Paradis ) i poeti Angelo Secchi ( Al Giurament, La Cacciata ,

 La Creazione, Un Previ in Paradis ) Angelo Gambini ( Nadal a Pavia, Scarnebia , La supa ala pavesa) ed il famoso Lasarat 

 nella canzone “Lì par lì me gnì ’l magon “, scritta in occasione della manifestazione in suo ricordo, svoltasi nel settembre 2003 a Broni.

Nel 2013  il gruppo inizia un nuovo percorso musicale  con l'ingresso di Carlo Riboni , Stefano Mantegazza e Giorgio Maestri che si affiancano a

 Silvio Negroni, Gianfranco Cignoli e Carlo Gatti

Nel 2014 la formazione si rinnova completamente , tranne la costane presenza di Silvio Negroni . Ne entrano a far parte il tastierista Carlo Riboni

, il contrabbassista Giorgio Maestri e il batterista Stefano Mantegazza . Dal 2016 collaborano  con il gruppo Alberto Schinelli ( sax tenore e

 arrangiamenti fiati ) Max Paganin ( tromba ) e Vittorio Perotti ( sax contralto e voce ) , oltre al gruppo vocale Daltrocanto diretti da Fabio Gauzzi

Nel 2018 viene realizzato il settimo Cd dal titolo "TAŠ "

Nel giugno dello stesso anno partecipano al concerto "  A voice for the world " nel cortile teresiano dell'università di Pavia con il baritono

 Ambrogio Maestri, Fiordaliso e l'orchestra d'archi di Walter Casali.

Il 25 settembre 2021, dopo la pausa dovuta alla pandemia Covid, si esibiscono nei giardini del museo Kosmos  con un repertorio incentrato sulle

 canzoni ispirate dai personaggi e dalle storie dell'Università di Pavia, in collaborazione con il Prof. Paolo Mazzarello, direttore del museo.

 

 Carlo Gatti e Franco Cignoli esordirono nel gruppo Le Pesche Sciroppate (il nome del gruppo viene citato nel testo di una

 delle quattro canzoni  del loro 1° C.D.) che, all'epoca, condivideva lo "scettro" di miglior gruppo rock con I Numi

 provocando vere e proprie dispute tra il pubblico dei giovani che affollavano le sale da ballo della provincia. Nel 1990

 costituiscono con S.Negroni e F.Cani il gruppo :  I fiö dla nebia

  hanno  fatto parte del gruppo fino al 2013 : 

 

Faliero Cani  militava, insieme a Silvio Negroni  nelle file del gruppo I Borghesi, uno dei primi complessi dell'Era Beat

 pavese. Ha contribuito alla costituzione del gruppo " L'ultima fera " e quindi dei " Fiö dla nebia "

 

 Gabriele Rossi,  insieme al fratello Andrea (anche lui presente nel CD come chitarra solista in un brano), faceva parte dei

 Tutti Contro; il complesso battè, con una storica performance al Thunder Road di Codevilla, il record della durata in ore

 dello stesso brano suonato più a lungo, guadagnandosi così di diritto una presenza nel Guinness dei Primat.

Costituì negli anni 90 il  gruppo strumentale denominato "Armonite " .

Dal 2008 si occupa delle registrazioni del gruppo in sala .

 

 Max Bernuzzi , diplomato in violino, polistrumentista talentoso, ha affrontato molteplici esperienze  sia in ambito classico,

 dove continua ad operare ( orchestra di Novara , orchestra di Magenta ) , che in ambito Rock e pop ( Fabrizio Poggi ecc....)

 Dopo il suo ingresso nei Fiö , avvenuto nel 2003, si occupa sempre più in prima persona degli arrangiamenti.

 

Andrea Bacchio , proviene da diverse esperienze musicali fra cui il gruppo strumentale " Armonite " , dove collaborava con

Lele Rossi.

 Ha partecipato attivamente in qualità di bassista alla realizzazione di " FESTA " e allo spettacolo al Teatro Fraschini di Pavia

 del 29 novembre 2008 , prima ancora di entrare stabilmente nel gruppo a dicembre dello stesso anno 

 

Carlo  Riboni  nel gruppo dal 2014 . Professionista , diverse esperienze in molti settori , tuttora insegnante a Milano e al CDM di Pavia

 

Stefano Mantegazza , dal 2014 . Professionista . Tuttora insegnante in diverse scuole della provincia pavese compreso il CDM di Pavia

 

Giorgio Maestri , dal 2014 , diplomato in contrabbasso . Diverse esperienze con altri gruppi musicali